EDIZIONI PRHOMOS
RISTAMPE ANASTATICHE E LIBRI D'ARTE

Codice di Napoleone il Grande pel Regno d’Italia

Edizione fiorentina, 1806

Questa è la ristampa dell’edizione fiorentina pubblicata nel 1806, presso Guglielmo Piatti a Firenze. Una caratteristica peculiare di questa edizione rispetto a quella di Milano è la citazione di passi del Corpus iuris in calce agli articoli del codice.
Nella carta che segue il frontespizio è stampato il decreto di Napoleone, sottoscritto dal ministro di giustizia conte Luosi, che approva le traduzioni del codice, ne fissa l’entrata in vigore al primo aprile 1806, decidendo che a tale data cesseranno d’aver forza tutte "le leggi romane, le ordinanze, consuetudini generali o locali, gli statuti o regolamenti" nelle materie che formano oggetto delle disposizioni contenute nel codice.
Il Codice è composto da 2281 articoli suddivisi secondo la seguente struttura:
Titolo Preliminare: Della pubblicazione, degli effetti e della applicazione della legge in generale (Articoli dal 1al 6);
Libro Primo: Sulle persone (Articoli dal 7 al 515);
Libro Secondo: Dei beni e della differente modificazione della proprietà (Articoli dal 516 al 710);
Libro Terzo: Dei differenti modi d’acquisto della proprietà (Articoli dal 711 al 2302).
L’importanza del Codice Napoleonico sta nel aver legittimato le conquiste illuministe della Rivoluzione francese, fu esportato in tutti i paesi dove giunsero le armate di Napoleone, fu preso a modello da tutti gli Stati d'Europa e ancora oggi è la base del nostro diritto; lo stesso Napoleone durante il suo esilio a Sant’Elena sottolineò più volte che, al di là delle tante battaglie vinte, la sua opera più importante rimaneva il suo codice.

Formato: 17,5 x 24,5 cm
 
Anno Edizone: 2009
Tipo Copertina: rigida
 
ISBN: 9788895404745
Pagine: 256
 
Prezzo: 35 €